Skip to content
| La prima guida italiana dedicata afood, fashion, cars, travel, business, forniture &
| info@guidalusso.it

Come scegliere il miglior abbigliamento per lo yoga

Yoga, foto generica

Vestirsi per una lezione di yoga è un’operazione molto semplice, perché l’importante è sentirsi comodi, liberi di muoversi e in grado di concentrarsi senza che ci siano interferenze. La regola aurea è indossare capi pratici e confortevoli: maglietta t-shirt, top, canotta, leggings, ogni cosa è giusta nella misura in cui produce un effetto positivo sulla mobilità.

Abiti per muoversi comodamente

Lo yoga è una disciplina che comporta movimenti ampi, porta il corpo ad allungarsi a fare complessi esercizi di stretching, per questo motivo l’abbigliamento deve essere pensato affinché possa lasciare massima libertà di movimento. La vestibilità è quindi il primo fattore da tenere in considerazione: sebbene una T-shirt ampia sia sicuramente molto comoda, diverse persone preferiscono indossare magliette più aderenti, in modo che restino sempre adese al corpo e non vadano ad interferire con gli esercizi. Per fare un esempio, nell’esecuzione dell’Adho mukha svanasana, ovvero la posizione del cane che guarda in giù (posizione dell’Hatha Yoga), una maglietta larga finirebbe inevitabilmente davanti agli occhi, facendo perdere la concentrazione.

Abiti per sopportare caldo e sudorazione

Le palestre o le sale in cui si pratica lo yoga sono solitamente ad una temperatura ambiente, che cresce rapidamente quando si iniziano a praticare i primi esercizi: lo yoga fa sudare.

Ecco perché si devono preferire abiti con funzione traspirante, che possano far evaporare verso l’esterno il sudore, mantenendo alto il livello di comfort; da non sottovalutare, in caso si vogliano indossare pantaloni corti, di sceglierli fin sotto le ginocchia o almeno alla loro altezza, per evitare lo scivolamento della pelle sudata sul pavimento mentre si tengono le posizioni in cui le gambe supportano tutto il peso.

Il cotone è comodo, fresco e pratico, ma non particolarmente consigliato per chi suda molto, in quanto è un materiale che tende ad assorbire l’umidità appesantendosi.

Infine, bisogna considerare sempre una fascia o una bandana per impedire al sudore della fronte di scendere sugli occhi.

C’è uno stile da seguire?

Lo yoga è un’attività fisica abbinata ad un profondo momento introspettivo, per cui sono tutti concentrati nella pratica degli esercizi, dando poca importanza all’outfit. Tuttavia, per favorire concentrazione e pensieri positivi, sentirsi al meglio può certamente aiutare. Perché quindi non scegliere un abbigliamento da yoga in saldo glamour, come quello della linea 100% Made in Italy di Freddy, capi sportivi ecosostenibili, progettati e prodotti in Italia e concepiti appositamente per lo yoga. Indumenti come i leggings, le t-shirt, i top, le maglie a manica lunga, realizzati con tessuti BrugnoliTM, azienda italiana specializzata nella realizzazione di tessuti tecnici per lo sport. Il risultato della collaborazione è BIO D.I.W.O® (Dry In Wet Out), un tessuto leggero ed elastico che favorisce una corretta termoregolazione, portando verso l’esterno il vapore acqueo formatosi con il sudore ed evitando anche la formazione di cattivi odori.

Rispondi

Scroll To Top