Artemide è stata fondata nel 1959 da Ernesto Gismondi. Da piccola azienda specializzata in luci da interno, in poco tempo è diventata una delle realtà più note in tutto il mondo per chi è alla ricerca di luci di design dal forte impatto emotivo. Alcune realizzazioni di questo marchio italiano, si possono trovare nei musei di arte moderna più famosi del mondo.

Artemide nel corso degli anni ha rilasciato una serie di modelli di lampade come Tolomeo, una lampada Artemide a sospensione, che sono diventati dei veri e propri punti di riferimento nell’illuminazione di design.

In questa guida sono presenti le 5 lampade che riteniamo essere le più rappresentative di questa azienda italiana famosa in tutto il mondo.

1: Tolomeo

Non potevano iniziare questo elenco di lampade se non dalla Tolomeo. Lampada iconica, copiata da migliaia di designer, racchiude nella sua semplicità un fascino senza tempo che incanta ancora oggi.

Disponibile in versione da terra, da tavolo o da parete in diverse misure e colorazioni. Può trovare posto in ogni ambiente casalingo, in ristoranti o in aziende di ogni livello. Non è difficile notare questa lampada anche in suite e camere di hotel presenti nelle più famose località di villeggiatura.

2: Empatia

Una lampada a sospensione progettata da Carlotta De Bevilacqua, che vede unire la maestria dei maestri vetrari di Artemide e la modernità della illuminazione a LED. Lampada ideale in una casa moderna, può anche trovare posto in un’abitazione più tradizionale come oggetto di stacco che si contrappone alle linee classiche di parte degli oggetti di arredamento.

Ogni paralume in vetro trasparente è soffiato a mano da un vero maestro vetraio. Fattore che non può che rendere unico ogni modello. Non esistono due modelli di lampada Empatia che si possono dire uguali al 100%.

3: Cosmic Leaf

Fin dalla sua messa in commercio, avvenuta nel 2010, Cosmic leaf di Artemide ha ricevuto una serie di importanti e prestigiosi premi. Le sue linee sono state progettate da Ross Lovegrove, che ha collaborato su più progetti in partnership con Artemide. Il diffusore in metacrilato, è diventato un punto di svolta nel tradizionale modo di pensare l’illuminazione d’interni. Questo, grazie alla sua semplicità ma al tempo stesso grande possibilità di filtrare e modificare la luce.

Il disegno così semplice, nasconde una lunga ricerca sul miglior materiale da utilizzare e su quale forma era la più ideale per dare vita a una lampada iconica sotto tutti i punti di vista.

4: Mercury

Un altro dei fortunati progetti Artemide sviluppati in collaborazione con Ross Lovegrove. Una luce scultorea, composta da una serie di ciottoli cromati dove la luce grazie a un gioco di riflessioni viene portata in ogni angolo dell’ambiente in cui si trova. Le forme allungate e la finitura a specchio dei ciottoli, sono diventati un punto di partenza per molti modelli simili liberamente ispirati a questo vero e proprio capolavoro di Lovegrove.

Si tratta di un vero e proprio oggetto di arredamento, che può essere la soluzione ideale per stanze di grandi dimensione. Così come per lounge di boutique alla moda o reception di alberghi di lusso.

5: Meteorite

Disegnata da Pio Toso, questa lampada di Artemide è tra le meno conosciute di questa azienda italiana. Un diffusore in vetro, dalle forme geometriche irregolari, riflette la luce in modo organico e quasi innaturale. L’atmosfera che è in grado di portare questa lampada in ogni stanza, può ricordare in alcuni momenti della giornata la luce presente su altri pianeti.

Una sfida nel trovare dei materiali sempre nuovi e che possono dare vita a una serie di lampade dalle forme e dai giochi di luce sempre più sbalorditivi. Queste sono alcune delle caratteristiche che caratterizzano le creazioni marchiate Artemide. Arte che rende la luce un fattore sempre più importante nella vita di tutti i giorni.

 

Rispondi