Incontro letterario nella lounge con vista del relais: ieri la scrittrice ed amica de L’Albereta ha presentato il suo ultimo libro edito da Mondadori insieme a Barbara Donarini. Circondati dal verde della Franciacorta, gli ospiti hanno vissuto una piacevole immersione in un mondo letterario dalle atmosfere thriller.

Erbusco (BS), 8 febbraio 2020_L’Albereta apre le porte alla bellezza delle parole: nel pomeriggio di ieri, il Relais & Châteaux ha ospitato Marina Di Guardo, scrittrice e amica speciale della casa, per la presentazione del suo ultimo libro “La memoria dei corpi”, edito da Mondadori. Ad accompagnarla, in veste di moderatrice, la giornalista e scrittrice Barbara Donarini.

Gli ospiti e gli amici de L’Albereta si sono accomodati nella Greeneige Lounge, dall’atmosfera raccolta e rilassante, per incontrare l’autrice, ascoltare piccoli estratti, esplorare i temi del romanzo e lasciarsi affascinare dalla trama. “La memoria dei corpi” è un thriller a tinte noir, ambientato in una villa ottocentesca immersa nella campagna padana, circondata da un giardino lussureggiante e pieno di luce.

Le vicende del romanzo si snodano intorno all’incontro fatidico tra il protagonista e una donna misteriosa, un evento che dà il via a una catena di sparizioni ed eventi imprevedibili, fino a un finale sorprendente.

Marina Di Guardo, di origini siciliane, ma cremonese di adozione, ha lavorato molti anni nella moda prima di dedicarsi alla scrittura. Tra i suoi libri: “L’inganno della seduzione” (Nulla Die 2012), “Non mi spezzi le ali” (Nulla Die 2014), “Bambole gemelle” (Feltrinelli), “Com’è giusto che sia” (Mondadori 2017) e “La memoria dei corpi” (Mondadori 2019).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi