| La prima guida italiana dedicata afood, fashion, cars, travel, business, forniture &
| info@guidalusso.it

I quattro ristoranti più chic e costosi d’Italia

Lo Chef Cannavacciuolo, titolare di Villa Crespi

Stai cercando un posto romantico e lussuoso in cui passare la serata con la tua dolce metà oppure un luogo esclusivo in cui incontrare i tuoi clienti, gustando ottime specialità italiane e bevendo un vino d’eccellenza?

Se la risposta è sì, ecco i 4 ristoranti più chic e costosi presenti in Italia e dove la parola d’ordine è una sola: partecipare alla festa dei sensi e lasciarsi viziare da menu preparati  ad hoc da chef stellati.

1.Villa Crespi-Novara

Villa Crespi può sembrare un cinque stelle come tutti gli altri, se non fosse per la presenza di una vera e propria star: lo chef Antonino Cannavacciuolo, noto per essere stato uno dei giudici di Masterchef Italia.

La sua filosofia unisce due terre, il Piemonte e la Campania, dando vita ad una cucina solare e vivace.

I prezzi dei menu degustazione vanno dai 150 ai 180 euro, mentre per chi desidera qualcosa di più “corposo” c’è anche la possibilità di ordinare alla carta (prezzo medio di ciascun piatto: 55 euro).

2.La Pergola-Roma

Situato all’interno dell’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria, il ristorante La Pergola di Roma è l’unico ristorante della capitale ad aver ottenuto una terza stella Michelin.

Il suo menu degustazione, che spazia dai 225 ai 260 euro, comprende ben dieci portate.

Per chi invece preferisce ordinare à la carte, il ristorante propone una vasta scelta di piatti stagionali, che vanno dai 49 ai 98 euro.

Per i più esigenti, suggeriamo di dare una lettura anche alla carta delle acque minerali, al menu dei formaggi e di farsi consigliare uno dei 60mila vini presenti nella cantina.

3.Il Palagio-Firenze

Come il ristorante La Pergola, anche Il Palagio si trova all’interno di un hotel a cinque stelle: il Four Season di Firenze, che tra i fiorentini (e non solo) è considerato il non plus ultra dell’eleganza italiana.

Qui lo chef Vito Mollica serve un menu degustazione di 140 euro, che comprende primizie come il risotto al topinambur con cibreo di pollo valdarnese e l’astice al vapore con gazpacho verde, gelee al lime e peperoncino.

Il Palagio offre anche un menu con proposte per vegetariani e vegani (menu degustazione a 130 euro) e una carta dei dessert che stuzzica gli occhi e il palato solo a leggerla.

4.Da Vittorio-Brusaporto

Il ristorante Da Vittorio è situato all’interno dell’omonimo Da Vittorio Relais e Chateaux, meta imperdibile per tutti gli amanti delle vacanze all’insegna del lusso e della decadenza a Bergamo.

Pur essendo posizionato in un luogo difficilmente raggiungibile, se non in macchina, è stato capace di guadagnarsi in poco tempo ben tre stelle Michelin.

Gli ingredienti, che si possono vedere sul menu, includono scampi di Mazara del Vallo e carni provenienti dai migliori allevamenti del Piemonte.

Da Vittorio propone tre menu degustazione: uno per il pranzo d’affari a 80 euro, uno preparato con il pesce arrivato in giornata dal mercato a 190 euro e “la carta bianca”, indicata per i più avventurosi e per chi ama le sorprese, a 280 euro.

Rispondi